Fabbrica infissi in PVC

IVA al 10% per la sostituzione dei tuoi infissi? Ecco come fare

Gli infissi che hanno perso il loro smalto (in tutti i sensi) e la loro capacità isolante, sono buoni come uno yogurt scaduto. Ma, probabilmente, te ne sarai già accorto.
Io però colgo l’occasione per ricordartelo, anche perché c’è una legge che ti permette di ottenere delle detrazioni per l’acquisto di nuovi infissi. Adesso te ne parlo un po’, così cerchiamo di capire meglio insieme come funziona.

Infissi e IVA al 10%: quando?

Detrazione infissi in PVCLa legge n. 449 del 1997 ha introdotto, per la prima volta in assoluto nel nostro ordinamento, una forma di agevolazione fiscale che consiste nel poter detrarre ai fini Irpef le spese per la manutenzione straordinaria e il recupero edilizio.
Questa legge e i successivi decreti permettono di beneficiare dell’IVA al 10% sui lavori di manutenzione, sia ordinari che straordinari.
E adesso vediamo quando puoi acquistare degli infissi nuovi e pagare solo il 10% di IVA. I casi possibili per beneficiare di questa agevolazione sono i seguenti:
  • Installazione di doppi vetri;
  • Installazione di porte blindate all’interno dell’appartamento, grate alle finestre, tapparelle blindate, serrature anti-effrazione;
  • Sostituzione di infissi e serramenti che danno sull’esterno (porte, finestre, portefinestre), senza modificare il materiale impiegato;
  • Sostituzione di infissi interni (porte);
  • Sostituzione di infissi e serramenti che danno sull’esterno, con materiali diversi.

 

Scopriamo la fattura per sostituzione infissi al 10%

Quando devi ristrutturare casa e sostituire gli infissi, riceverai una fattura che presenterà 2 voci:
  • Manodopera e materiali non significativi non fondamentali ai fini dell’installazione (come per esempio silicone, colla, viti, etc.);
  • Materiali importanti, come gli infissi stessi.
Secondo la Normativa, si deve applicare l’IVA al 10% per entrambe le voci, ma con una piccola precisazione. Per la prima voce l’IVA si applica al 10% in maniera totale. Per la seconda, invece, ossia per quello che concerne gli infissi stessi, l’IVA si applica al 10% solo fino a un importo uguale a quello della prima voce.
Ecco, lo so: adesso sei più confuso di prima. Lascia che provi a farti un esempio e vediamo se con i numeri me la cavo meglio.Hai appena acquistato i tuoi nuovi infissi a Palermo da SB Porte e Finestre. Ecco le voci e gli importi che compongono la tua fattura:
  • 500 € per il servizio di posa in opera;
  • 50 € di materiali non significativi;
  • 650 € per gli infissi.
Quella che hai tra le mani, quindi, è una una fattura da 1.200 € + IVA.
L’IVA viene applicata come segue:
  • 550 € per manodopera e materiali non significativi: IVA applicata al 10%;
  • 650 € per gli infissi, da dividere in due parti: 500 € (importo pari alla prima voce) con IVA al 10% e 150€, ossia la parte rimanente, con IVA al 21%.

 

Sono riuscito a spiegarmi meglio, adesso? Se hai ancora dei dubbi, non esitare a scrivermi. Ti spiegherò come fare ad acquistare i tuoi infissi in PVC da SB Porte e Finestre e poter beneficiare dell’IVA al 10%.

Testimonianze dei clienti

Media voti di 4.9 stelle su 5 avendo ricevuto 27 recensioni di 27 utenti visualizzabili qui.

Indirizzo

SB Porte e Finestre
Produzione infissi in PVC e Alluminio
Contrada San Biagio, Snc
90025 - Lercara Friddi - Palermo - IT
Telefono: 0918213903
Fax: 0918040201
E-mail: info@sbportefinestre.it