ECOBONUS 50% 2021

Già definito negli anni passati, e potenziato con il Decreto Rilancio 2020, lo sconto tributario definito Ecobonus continua anche nel 2021, con differenti valori di detrazione fiscale.

La percentuale del 50% è confermata, ed è riservata a tutti coloro che scelgono di intraprendere dei lavori di ristrutturazione o di sostituzione infissi.

Per chi vuole cambiare le vecchie finestre o porte, quindi, è possibile usufruire dello sconto immediato in fattura del 50%, fino al 31 dicembre del 2021.

Vuoi avere subito supporto per cambiare gli infissi utilizzando l’Ecobonus?

Altrimenti puoi proseguire la lettura per capire meglio meglio come funziona…

Ecobonus infissi dal Decreto Rilancio ad oggi

Entrato in vigore a luglio del 2020, il Decreto Rilancio (Legge 77/2020) ha dato la possibilità, a chi vuole usufruire dell’Ecobonus, di cedere il proprio credito fiscale e ottenere subito il 50% in meno sul costo dei lavori.

Ecobonus 2019 infissi

Questo Decreto Rilancio, pensato per rilanciare il settore edilizio, è stato prorogato anche per tutto il 2021. In pratica, chi acquista dei nuovi infissi per 10.000 euro, ne pagherà 5.000 grazie alle agevolazioni previste.

La normativa prevede che, per usufruire di tale sconto, si debbano eseguire dei lavori di miglioramento dell’efficienza energetica del proprio edificio.
I lavori per la sostituzione infissi con Ecobonus rientrano nelle detrazioni fiscali al 50%, a patto che vengano installati dei serramenti a risparmio energetico, di alta qualità, come quelli proposti da noi di SB Infissi.

Ecobonus o Superbonus?

Forse, però, la tua domanda è: “Devo effettuare la sostituzione degli infissi. Posso usufruire dell’Ecobonus infissi 50% o anche del Superbonus 110%?”.

Chiariamo la questione, per evitare la confusione che regna dall’inizio delle pubblicazioni del Decreto Rilancio e dei suoi rinnovi, fino alla detrazione infissi 2021.

Mettiamo subito in chiaro due punti:

  1. Il bonus serramenti 50% è sempre valido, con le stesse modalità. Anche se, leggendo il nostro articolo, capirai che non ti spetta il Superbonus 110%, non preoccuparti!
    Ricorda che la detrazione fiscale 50% è comunque valida.
  2. Il bonus infissi 110% è valido solo seguendo determinate procedure. La modalità corretta per usufruire della massima detrazione fiscale segue i criteri di miglioramento energetico, legati tuttavia solo a determinati interventi, non a tutte le ristrutturazioni.

Per iniziare, vediamo quindi come funziona la detrazione infissi 50% e la procedura del credito d’imposta.

Cos’è la detrazione fiscale al 50%?

Si tratta di una spesa sostenuta, che il contribuente può sottrarre dall’imposta Irpef da pagare.
La detrazione sugli infissi, in pratica, ti dona degli “sconti” che diminuiscono l’importo totale dell’Irpef su cui pagare le tasse, il cosiddetto imponibile fiscale.

Di solito, la detrazione va diluita in 10 anni.

Se hai un reddito annuale imponibile di 70.000 euro, per esempio, e nel 2020 hai speso 10.000 euro per la sostituzione infissi, il tuo imponibile Irpef 2021 potrà scendere a 69.500 (-500 euro, ipotizzando lo sconto 50% di 5.000 euro diviso per 10 anni).

Anche spendendo la somma nel 2021, per la sostituzione infissi la detrazione equivale al 50% del costo sostenuto, ma non dovrai diluirla per anni. Vediamo come!

Come funziona il credito d’imposta

Se sei interessato a sostituire i tuoi vecchi infissi tramite la detrazione Ecobonus, il tuo 50% di credito che hai verso l’Agenzia delle Entrate non sarà più, come in passato, rimborsato in 10 anni.

Invece di portare in detrazione sull’Irpef annuale la somma di 500 euro (rimanendo all’esempio precedente), potrai cedere il tuo credito all’azienda che fornisce gli infissi.

L’azienda, per esempio noi di SB Infissi, prenderà il tuo credito ceduto, e ti applicherà lo sconto dei 5.000 euro subito. Non dovrai aspettare anni per ottenere il rimborso delle spese effettuate!

La nostra azienda non si troverà in deficit, perché faremo ciò che avresti dovuto fare tu: recupereremo l’importo che ci hai ceduto in vari anni, tramite il credito d’imposta.

Per quali spese di ristrutturazione si può cedere il credito d’imposta?

Tutte i costi sostenuti per avere un miglioramento termico della casa rientrano nella detrazione infissi Ecobonus 2021.
In modo più specifico:

  • infissi esterni (porte e finestre)
  • portoncini d’ingresso
  • persiane, avvolgibili, cassonetti e scuri (la sostituzione deve avvenire insieme a quella delle finestre)
  • zanzariere
  • tende da sole e schermature solari (l’orientamento non deve essere verso nord)
  • sostituzione dei vetri delle finestre con vetri aventi maggiori performance termiche.

Come ottenere il bonus infissi: pratiche e iter burocratico

L’Ecobonus prevede delle precise operazioni per il suo accredito, vediamo quali sono.

  • Le spese effettuate per l’acquisto degli infissi e per il lavoro di installazione devono essere pagate tramite bonifico parlante o bonifico online (postale o bancario). Si deve indicare la legge di riferimento (legge 296/06) nella causale.
  • Lo “sconto immediato in fattura infissi” avviene tramite la formale cessione del credito Ecobonus. Per questo servirà il codice fiscale di cedente e ricevente.
  • Entro 90 giorni dalla fine dei lavori, sarà necessario inviare una specifica comunicazione all’ente ENEA, per dimostrare che le finestre installate migliorano il risparmio energetico dell’edificio. I serramenti, infatti, devono rientrare entro determinati valori di risparmio energetico.

Come mandare le pratiche Ecobonus all’ENEA

  • Bisogna registrarsi al sito della Finanziaria Enea 2021 (https://ecobonus2021.enea.it/index.asp) scegliendo nome utente e password.
  • Inserire i dati richiesti, i dati anagrafici e quelli dell’edificio.
  • Inserire i valori richiesti: prezzo degli infissi (IVA inclusa) e valori di trasmittanza termica dei vecchi e dei nuovi infissi.

Ti sembra complicato? No stress. SB Infissi si occupa di tutte le procedure Ecobonus!

Siamo degli esperti in materia, e non dovrai preoccuparti di nulla:

  • avrai subito la “promozione” del 50% in meno sulla tua fattura, dovuta alla detrazione fiscale;
  • sbrigheremo TUTTE le pratiche obbligatorie per l’Ecobonus per tuo conto;
  • ci occuperemo della certificazione del miglioramento energetico degli infissi, che deve essere stilata da un termo-tecnico qualificato.

Sconto immediato in fattura: zero attese per la detrazione!

Il principale vantaggio dell’Ecobonus Infissi è dato dall’immediata riduzione del 50% dell’importo totale speso per la sostituzione delle vecchie finestre.
Se scegli nuovi infissi per la tua casa, non avrai bisogno di compilare ogni anno i documenti per la detrazione Irpef, come succede col tradizionale Bonus.

  • L’Ecobonus 2021 consente di pagare la metà le nuove finestre, grazie allo sconto immediato in fattura, a fronte di un investimento che nel tempo porterà anche vantaggi di risparmio energetico.
  • La funzionalità dei nuovi serramenti ti permetterà di ridurre le spese per il riscaldamento o per il raffrescamento (aria condizionata). I consumi energetici saranno minori, con un ulteriore risparmio in bolletta.
  • In pochi anni, l’importo dell’investimento effettuato per i nuovi infissi sarà recuperato ampiamente!

Inoltre, un vantaggio ulteriore per chi cambia le vecchie finestre è quello legato allo stile e al design degli interni di casa, oppure agli esterni del palazzo, scegliendo persiane o tapparelle particolari.

Potrai decidere tra diversi colori e finiture, assicurando anche maggiore sicurezza nel caso di infissi più resistenti di quelli vecchi, oppure infissi blindati.

Cos’è il Bonus Infissi 2021 al 110%?

Dopo aver parlato a lungo del Bonus 50%, il più diffuso, facciamo menzione della possibilità di ottenere un Superbonus, in alcuni casi.
L’agevolazione al 110% fornisce l’occasione per realizzare dei lavori di miglioramento energetico del tuo edificio, a fronte di un notevole vantaggio fiscale.
Potrai recuperare il 110% della spesa che sostieni in 5 anni, come credito d’imposta.

Non si può richiedere questo Superbonus, però, su tutti i lavori eseguiti. Esistono degli interventi specifici per i quali è concesso, e dei tetti massimi di spesa.

Gli interventi che possono usufruire del Superbonus

Per avere diritto all’Ecobonus 110%, è necessario che i lavori effettuati migliorino l’efficienza dell’abitazione di almeno 2 classi energetiche, oppure permettano di passare dalla classe B alla classe A.

  • Coibentazione di almeno il 25% delle pareti dell’appartamento.
  • Installazione di impianti a riscaldamento con pompe di calore o caldaie a condensazione.

Inoltre, hai diritto al super ecobonus 110% se possiedi una casa indipendente, oppure fai parte di un condominio. Sono escluse da questo bonus le persone giuridiche, a meno che non siano cooperative sociali oppure Istituti Autonomi Case Popolari (IACP).

Ecobonus 110% 2021 Infissi

Per quanto riguarda gli infissi, i lavori di sostituzione devono essere inclusi negli interventi generali previsti dalla normativa per il 110 per cento.

  • Sostituzione infissi e schermature solari, fino a un tetto massimo di 60.000 Euro.
  • Realizzazione impianti fotovoltaici, fino a un tetto massimo di 48.000 Euro.

Quanto costa sostituire gli infissi?

Come abbiamo visto, dipende da molti fattori, ma spesso tra i nostri prodotti si trovano offerte convenienti per cambiare finestre, verande o porte di casa, oltre ovviamente alle agevolazioni dell’Ecobonus 50%.

Puoi ottenere un preventivo gratuito per la sostituzione delle vecchie finestre, richiedendolo tramite il nostro form di contatto: clicca qui sotto e ti risponderemo il prima possibile!

Potrai usufruire dell’offerta indicata, tramite l’accettazione del credito Ecobonus da parte della nostra azienda: Le condizioni ti saranno spiegate in modo assolutamente dettagliato.

Vuoi avere subito supporto per cambiare gli infissi utilizzando l’Ecobonus?